Qualche tempo fa, sulla vetrina di una palestra, comparve un manifesto che rappresentava una ragazza spettacolare, accompagnata dalla scritta :

'QUEST'ESTATE VUOI ESSERE SIRENA O BALENA ?'.

Si dice che una donna, di cui non ci è pervenuta la tipologia fisica ha risposto alla domanda in questi termini:
'Egregi signori, le balene sono sempre circondate da amici delfini, foche, umani curiosi, hanno una vita sessuale molto vivace, ed allevano dei cuccioli che allattano teneramente.
Si divertono come pazze coi delfini, e si strafogano di gamberetti. Nuotano tutto il giorno e scoprono posti fantastici come la Patagonia , il mar di Barens o le barriere coralline della Polinesia. Cantano benissimo e registrano talvolta dei CD.
Sono impressionanti e sono amate, difese ed ammirate da quasi tutti.

Le sirene non esistono. Ma se esistessero farebbero la fila dagli psicologi
in preda ad un grave problema di sdoppiamento della personalità (donna o pesce?).
Non avrebbero vita sessuale perché ucciderebbero tutti gli uomini che
si avvicinano (e del resto come farebbero) ?
Non potrebbero fare neanche bambini.
Sarebbero graziose é vero, ma solitarie e tristi.
E del resto chi vorrebbe vicino una ragazza che puzza di pesce?

Non ci sono dubbi, io preferisco essere una balena.

sabato 2 luglio 2011

Io ed il pranzo di lavoro

Ieri ero fuori per lavoro (operatore olistico) ed ho invitato la mia paziente a pranzo fuori per interrompere un pò il ritmo del trattamento. Allegramente ci dirigiamo verso una bellissima pizzeria Front of Beach (spero che il mio misero inglese non mi abbia abbandonato) e ci sediamo all'aperto... ok, primo intoppo... avete presente quelle odiose sedioline stile regista??? Legno, stoffa, braccioli??? Ecco, proprio quelle... bene, avete capito quali.... Dicevo, ci accomodiamo all'aperto e tadaaaaaaaaaaaaaaaaa... il mio lussuoso fondoschiena non vuole proprio saperne di entrare in tale contesto registico... sorridendo chiamo la cameriera e: "signorina, scusi, decisamente questa sedia non è della mia misura... me ne potrebbe portare una più idonea?" Una cameriera imbarazzatissima, corre all'interno del locale, molto probabilmente elevando una preghiera al cielo affinchè riesca a trovare una seduta più comoda... ne esce trionfante con una bellissima sedia ultramoderna, in PLASTICA, che mi porge con un sorriso 65 denti... 
Ok! Questa è fatta, speriamo, mi siedo con moooooooooolta attenzione per saggiarne la consistenza... eeeeeeeeee... ottimo, moderna ma resistente... ed ora affrontiamo il menù....mentre visualizzo, man mano che scorro l'elenco, tutte le pizze per capire quale mi solletica di più, vedo consegnare, al tavolo vicino al nostro, una stupenda coppa piena di frutta, palline di gelato e panna, una montagna di panna... ok, deciso!!! 
Appena comunico alla cameriera il mio ordine (la coppa con la frutta) lei mi risponde deliziosamente con un "ok, questa come dolce e come pizza che le porto?" ORRIBILE ESSERE CON L'EDUCAZIONE DI UNA PULCE (mio pensiero) Sempre sorridendo le rispondo "Signorina, anche se ho le dimensioni di un balenottero, ciò non significa che necessariamente debba mangiarmi lei e tutto il suo locale per pranzo. Giuro, riesco ad accontentarmi anche di macedonia e pallina di gelato senza avere crisi esistenziali". Morale della favola? Due pizze (perchè alla fine si è aggiunto anche mio marito di rientro dal lavoro), la mia coppa, due coppette di gelato (dessert degli altri due) e tre bottiglie d'acqua solo 20 euro e vi assicuro che lo sconto c'è stato perchè in riviera, di questi periodi, non regalano nulla... se non le DOVEROSE SCUSE....

Buona giornata a tutti

1 commento:

  1. Sob, poverina: forse la cameriera cercava di rimediare!

    RispondiElimina